Tutte le traduzioni del nuovo disco di Bob Dylan, “Rough and Rowdy Ways”

Il 19 giugno 2020 è uscito in tutto il mondo il nuovo, trentanovesimo album in studio di Bob Dylan, Rough and Rowdy Ways: 10 canzoni e circa 70 minuti di tracce inedite dopo otto anni di attesa, su cui i dylaniani di ogni dove stanno già offrendo interpretazioni di ogni sorta.

Qui a Coolturama avevamo già dedicato un articolo all’analisi di tutti (o quasi) i riferimenti e le citazioni presenti nel “singolo” (di 17 minuti) Murder Most Foul, e ora è il turno di tutte le canzoni contenute nel nuovo album.

Di seguito, la lista delle canzoni presenti e le traduzioni dei brani del disco:

  1. I Contain Multitudes
  2. False Prophet
  3. My Own Version of You
  4. I’ve Made Up My Mind to Give Myself to You
  5. Black Rider
  6. Goodbye Jimmy Reed
  7. Mother of Muses
  8. Crossing the Rubicon
  9. Key West (Philosopher Pirate)
  10. Murder Most Foul

CONTENGO MOLTITUDINI (I CONTAIN MULTITUDES)

Oggi, domani e anche ieri
I fiori appassiscono come ogni altra cosa
Seguimi da vicino, sto andando a Bally-na-Lee
Darò di matto se non vieni con me
Mi scompiglio i capelli e combatto faide sanguinose
Contengo moltitudini

Ho un cuore rivelatore, come il signor Poe

Ho scheletri nascosti nei muri di gente che conosci
Brinderò alla verità e alle cose che abbiamo detto
Brinderò all’uomo con cui dividi il letto
Dipingo paesaggi e dipingo nudi
Contengo moltitudini

Una Cadillac rossa e un paio di baffi neri
Ho anelli alle dita che brillano e luccicano
Dimmi, cosa c’è dopo? Che faremo?
Metà della mia anima ti appartiene, piccola
Me la spasso alla grande con tutti i giovani damerini
Contengo moltitudini

Sono come Anne Frank, come Indiana Jones
E quei ragazzacci inglesi, i Rolling Stones
Vado al limite, vado fino alla fine
Vado dritto dove si rimette a nuovo tutto quello che si è perduto
Canto canti di esperienza come William Blake
Non ho scuse da porgere
Tutto scorre nello stesso momento
Vivo sul viale del crimine
Guido auto veloci, mangio nei fast food
Contengo moltitudini

Calzoncini a pinocchietto rosa, blue jeans rossi
Tutte le cameriere carine e tutte le vecchie regine
Tutte le vecchie regine delle mie vite precedenti
Porto con me quattro pistole e due coltelli grandi
Sono uomo di contraddizioni, sono un uomo lunatico
Contengo moltitudini

Vecchio lupo avido, ti mostrerò il mio cuore
Ma non tutto, solo la parte che odia
Ti venderò al fiume, metterò una taglia sulla tua testa
Cos’altro posso dirti? Dormo nello stesso letto con la vita e la morte
Sparisci, madame, alzati dal mio ginocchio
Tieni la bocca lontana da me
Terrò aperto il sentiero, il sentiero nella mia mente
Mi accerterò che non rimanga neanche un po’ d’amore
Suonerò le sonate di Beethoven ed i preludi di Chopin
Contengo moltitudini


FALSO PROFETA (FALSE PROPHET)

Un altro giorno senza fine, un’altra nave che salpa

Un altro giorno di rabbia, amarezza e dubbio

Lo so come è successo: l’ho visto cominciare

Ho aperto il mio cuore al mondo e il mondo è entrato

 

Buongiorno Mary Lou, buongiorno signorina Pearl

La mia flotta ha pagato delle guide dagli inferi

Nessuna stella in cielo brilla più di voi

Voi ragazze fate sul serio, e anch’io

 

Sono nemico del tradimento, nemico del conflitto

Sono nemico della vita insignificante e non vissuta

Non sono un falso profeta, so solo quel che so

Vado dove soltanto chi è solo può andare

 

Sono primo tra i pari, secondo a nessuno

Sono l’ultimo dei migliori, puoi anche seppellire gli altri

Seppelliscili nudi con il loro argento e l’oro

Mettili due metri sotto terra e poi prega per le loro anime

 

Cos’hai da guardare? Non c’è niente da vedere

Solo una brezza fresca che mi circonda

Facciamo due passi nel giardino, così lontano e così ampio

Possiamo sederci all’ombra vicino alla fontana

 

Ho cercato il Santo Graal in tutto il mondo

Canto canzoni d’amore, canto canzoni di tradimento

Non m’importa cosa bevo, non m’importa cosa mangio

Ho scalato una montagna di spade a piedi nudi

 

Non mi conosci, tesoro, non indovineresti mai

Non assomiglio a niente che il mio aspetto spettrale potrebbe suggerire

Non sono un falso profeta, ho solo detto quello che ho detto

Sono qui per portare vendetta sulla testa di qualcuno

 

Allunga la mano: non c’è niente da stringere

Apri la bocca, la riempirò d’oro

Oh, povero diavolo, alza lo sguardo se vuoi

La Città di Dio è là sulla collina

 

Ciao sconosciuta, ciao e arrivederci

Tu regni su questa terra ma lo stesso faccio io

Vecchio mulo voglioso, hai il cervello avvelenato

Ti farò sposare con una palla al piede

 

Tesoro, lo sai il tipo di vita che faccio

Quando il tuo sorriso incontra il mio sorriso, qualcuno deve cedere

Non sono un falso profeta, non sono la sposa di nessuno

Non ricordo quando sono nato e ho dimenticato quando sono morto


LA MIA VERSIONE DI TE (MY OWN VERSION OF YOU)

Per tutta le estati, fino a gennaio

Ho visitato obitori e monasteri

Alla ricerca delle parti del corpo necessarie

Arti e fegati e cervelli e cuori

Darò vita a qualcuno, è quello che voglio fare

Voglio creare la mia versione di te

 

Be’, dev’essere l’inverno del mio scontento

Vorrei che mi avessi portato con te ovunque tu sia andata

Parlano tutta la notte e parlano tutto il giorno

Nemmeno per un minuto credo a quello che dicono

Sto per dare vita a qualcuno, qualcuno che non ho mai visto

Sai cosa intendo, sai esattamente cosa intendo

 

Prenderò il Pacino di Scarface e il Brando del Padrino

Li mischierò in una tanica e otterrò una robot da guerra

Se lo tiro su in verticale e metto la testa dritta

Sarò salvato dalla creatura che creerò

Trarrò sangue da un cactus, polvere da sparo dal ghiaccio

Non gioco d’azzardo a carte e non tiro dadi

Puoi guardarmi in faccia con i tuoi occhi senza vista?

Puoi fare un giuramento sulla tua testa?

Darò vita a qualcuno, qualcuno per davvero

Qualcuno che prova ciò che provo io

 

Studio il sanscrito e l’arabo per migliorare la mia mente

Voglio fare cose che vadano a beneficio di tutta l’umanità

Dico al salice: “Non piangere per me”

Dico “All’inferno!” a tutte le cose che ero

Be’, mi metto nei guai, poi vado a sbattere

Nessun posto per voltarmi indietro, proprio nessuno

Sceglierò un numero tra uno e due

E mi chiederò: “Cosa farebbe Giulio Cesare?”

Darò vita a qualcuno in più di un modo

Non importa quanto ci vorrà, sarà pronto quando sarà pronto

 

Ti farò suonare il piano come Leon Russell

Come Liberace, come San Giovanni Apostolo

Suonerò ogni pezzo che so suonare

Magari ci vedremo nel Giorno del Giudizio

Dopo mezzanotte, se vorrai ancora incontrarmi

Sarò alla Locanda del Cavaliere Nero su Armageddon Street

Due porte più in basso, non molto distante andando a piedi

Ascolterò i tuoi passi, non dovrai bussare

Darò vita a qualcuno, pareggerò i conti

Non tralascerò alcun dettaglio insignificante

 

Puoi portarlo a San Pietro

Puoi portarlo a Girolamo

Puoi portarlo per tutto il tragitto

Portarlo fino a casa

Portarlo nell’angolo in cui giocano i bambini

Me lo puoi portare su un vassoio d’argento

Darò vita a qualcuno, non baderò a spese

Lo farò con decenza e buonsenso

 

Puoi dirmi cosa significa essere o non essere?

Non te la caverai prendendomi in giro

Puoi aiutarmi a percorrere quel miglio al chiaro di luna?

Puoi concedermi le benedizioni del tuo sorriso?

Darò vita a qualcuno, userò tutti i miei poteri

Lo farò al buio, nelle ore piccole

 

Vedo la storia di tutta la razza umana

E’ tutta lì, scolpita sulla tua faccia

Dovrei rompere tutto? Dovrei cadere in ginocchio?

C’è luce alla fine del tunnel, puoi dirmelo, per favore?

Resta lì, vicino al cipresso

Dove donne e bambini di Troia furono venduti in schiavitù

Molto prima della prima crociata

Molto prima della nascita dell’Inghilterra o dell’America

Entra nell’inferno ardente

Dove dimorano alcuni dei nemici più noti dell’umanità

Il signor Freud con i suoi sogni, il signor Marx con la sua ascia

Guarda la frusta di cuoio strappare la pelle dalle loro schiene

Hai lo spirito giusto, puoi sentirlo, puoi ascoltarlo

Hai quello che chiamano lo spirito immortale

 

Puoi sentirlo tutta la notte, puoi sentirlo al mattino

Si insinua nel tuo corpo dal giorno in cui sei nato

Un fulmine è tutto ciò di cui ho bisogno

E un’esplosione di elettricità che scorre alla massima velocità

Mostrami il costato, io infilzerò il coltello

Allaccerò i cavi e la mia creazione prenderà vita

Voglio riportare in vita qualcuno, riavvolgere gli anni

Lo farò con le risate e con le lacrime


HO DECISO DI DARMI A TE (I’VE MADE UP MY MIND TO GIVE MYSELF TO YOU)

Me ne sto seduto sulla mia terrazza, perso tra le stelle

Ascoltando i suoni delle chitarre tristi

Ci ho pensato in tutti i modi e ci ho pensato per bene

Ho deciso di darmi a te

 

Ho visto cadere la prima neve

Ho visto i fiori andare e venire

Non credo che nessun altro l’abbia mai saputo

Ho deciso di darmi a te

 

Mi voglio donare a te, sì

Da Salt Lake City a Birmingham

Da East L.A. a San Antone

Non credo di potercela fare a vivere la mia vita da solo

 

Il mio occhio è come una stella cadente

Non guarda niente qui o là, non guarda niente vicino o lontano

Nessuno me l’ha mai detto, è solo qualcosa che sapevo

Ho deciso di darmi a te

 

Se avessi le ali di una colomba bianca come la neve

Predicherei il vangelo, il vangelo dell’amore

Un amore così reale, un amore così vero

Ho deciso di darmi a te

 

Portami in viaggio, sei un viaggiatore

Mostrami qualcosa che non capisco

Non sono quel che ero, le cose non sono come erano

Andrò lontano da casa insieme a lei

 

Ho percorso una lunga strada di disperazione

Non ho incontrato nessun altro viaggiatore lì

Molte persone se ne sono andate, molte persone che conoscevo

Ho deciso di darmi a te

 

Be’, il mio cuore è come un fiume, un fiume che canta

Mi ci vuole solo un po’ per rendermi conto delle cose

Ho visto l’alba, ho visto l’aurora

Mi sdraierò accanto a te quando tutti se ne saranno andati

 

Ho viaggiato dalle montagne al mare

Spero che gli dei siano benevoli con me

Sapevo che avresti detto di sì, lo dico anch’io

Ho deciso di darmi a te


CAVALIERE NERO (BLACK RIDER)

Cavaliere nero, cavaliere nero, hai fatto una vita troppo dura

Sei stato sveglio tutta la notte per tenere la guardia

La via che stai percorrendo è troppo stretta per camminare

Ad ogni passo, un altro ostacolo

La strada su cui viaggi, la stessa strada che conosci

Ma non è più la stessa di un minuto fa

 

Cavaliere nero, cavaliere nero, hai visto di tutto

Hai visto il mondo grande e hai visto quello piccolo

Sei caduto nel fuoco e stai mangiando la fiamma

Meglio sigillare le labbra se vuoi rimanere in gioco

Sii ragionevole, signore, sii onesto, sii giusto

Lascia che tutti i tuoi pensieri terreni siano una preghiera

 

Cavaliere nero, cavaliere nero, tutto vestito di nero

Sto andando via, tu provi a farmi guardare indietro

Il mio cuore è a riposo, vorrei tenerlo così

Non voglio combattere, almeno non oggi

Vai a casa da tua moglie, smettila di visitare la mia

Uno di questi giorni dimenticherò di essere gentile

 

Cavaliere nero, cavaliere nero, dimmi quando, dimmi come

Se c’è mai stato un tempo, fai che sia ora

Lasciami passare, apri la porta

La mia anima è in difficoltà, la mia mente è in guerra

Non abbracciarmi, non lusingarmi, non fare l’affascinante

Prenderò una spada e ti taglierò il braccio

 

Cavaliere nero, cavaliere nero, tienilo lì

Le dimensioni del tuo uccello non ti porteranno da nessuna parte

Soffrirò in silenzio, non emetterò un suono

Forse vincerò in superiorità morale

In una sera incantata ti canterò una canzone

Cavaliere nero, cavaliere nero, hai fatto questo lavoro troppo a lungo


ARRIVEDERCI JIMMY REED (GOODBYE JIMMY REED)

Vivo in una strada che prende il nome da un santo

Le donne nelle chiese hanno addosso cipria e fondotinta

Dove pregano gli ebrei, i cattolici e i musulmani

Riconosco un protestante da un miglio

Arrivederci Jimmy Reed, proprio lui, Jimmy Reed

Dammi la religione dei tempi antichi, è di quello che ho bisogno

 

Perché tuo è il regno, tua la potenza e la gloria

Vai a raccontarlo sulla montagna, vai a raccontare la vera storia

Dillo con quel tono semplice e puritano

Nelle ore mistiche in cui una persona è sola

Arrivederci Jimmy Reed, buona fortuna

Sbatti il pugno sulla Bibbia, proclama un credo

 

Non arriverai molto lontano, dicevano tutti

Perché non suonavo la chitarra dietro la testa

Non ho mai adulato nessuno, mai fatto il superbo

Non mi sono mai tolto le scarpe gettandole in pasto alla folla

Arrivederci Jimmy Reed, arrivederci e buonanotte

Metti un gioiello alla tua corona e io spengo le luci

 

Mi hanno lanciato di tutto, tutto quello che si poteva

Non avevo nulla con cui combattere se non un uncino da macellaio

Non hanno avuto pietà, non mi hanno mai dato una mano

Non riesco a cantare una canzone che non capisco

Arrivederci Jimmy Reed, arrivederci e buona fortuna

Non riesco a far suonare il disco perché la puntina si è incastrata

 

Donna trasparente in un abito trasparente

Ti sta bene, devo ammetterlo

Aprirò i tuoi grappoli d’uva, succhierò il succo

Ho bisogno di te come la mia testa ha bisogno di un cappio

Arrivederci Jimmy Reed, arrivederci e a presto

Pensavo di poterle resistere, ma mi sbagliavo davvero

 

Dio sia con te, fratello caro

Se non ti dispiace che te lo chieda, cosa ti porta qui?

Oh, niente di ché, sto solo cercando un uomo

Devo vedere dove giace in questa terra perduta

Arrivederci Jimmy Reed, e a tutto quello che hai dentro

Non riesci a sentirmi mentre ti chiamo dalla Virginia


MADRE DELLE MUSE (MOTHER OF MUSES)

Madre delle muse, canta per me

Canta delle montagne e del mare scuro e profondo

Canta dei laghi e delle ninfe della foresta

Cantate a squarciagola, tutte voi donne del coro

Cantate di onore e destino, e gloria sia

Madre delle muse, canta per me

 

Madre delle muse, canta per il mio cuore

Canta di un amore che dovrà partire troppo presto

Canta degli eroi che rimasero soli

I cui nomi sono incisi su tavole di pietra

Che lottarono col dolore in modo che il mondo potesse liberarsi

Madre delle muse, canta per me

 

Canta di Sherman, Montgomery e Scott

E di Zhukov, Patton e delle battaglie che hanno combattuto

Chi ha aperto la strada per il canto di Presley

Chi ha tracciato il percorso per Martin Luther King

Chi ha fatto quello che ha fatto e se n’è andato per la sua strada

Amico, potrei raccontare le loro storie tutto il giorno

 

Mi sto innamorando di Calliope

Non appartiene a nessuno, perché non la doni a me?

Sta parlando con me, parlando con gli occhi

Mi sono così stancato di inseguire bugie

Madre delle muse, ovunque tu sia

Sono già sopravvissuto di parecchio alla mia vita

 

Madre delle muse, scatena la tua ira

Le cose che non riesco a vedere bloccano il mio cammino

Mostrami la tua saggezza, dimmi il mio destino

Rimettimi in piedi, fammi camminare dritto

Forgia la mia identità dall’interno

Lo sai di cosa sto parlando

 

Portami al fiume, libera i tuoi incantesimi

Lasciami riposare un po’ tra le tue braccia dolci e amorevoli

Svegliami, scuotimi, liberami dal peccato

Rendimi invisibile, come il vento

Ho una mente sconclusionata, una mente vagante

Sto viaggiando leggero e sto lentamente tornando a casa


ATTRAVERSANDO IL RUBICONE (CROSSING THE RUBICON)

Ho attraversato il Rubicone il quattordicesimo giorno

Del mese più pericoloso dell’anno

Nel momento peggiore, nel posto peggiore

E’ tutto ciò che mi sembra di sentire

Mi sono alzato presto

Così da salutare la Dea dell’alba

Ho dipinto il mio carro, ho abbandonato ogni speranza

E ho attraversato il Rubicone

 

Bene, il Rubicone è un fiume rosso

Che scorre dolcemente

Più rosso delle tue labbra rubino

E del sangue che sgorga dalla rosa

Tre miglia a nord del purgatorio

A un passo dall’aldilà

Ho pregato la croce, ho baciato le ragazze

E ho attraversato il Rubicone

 

Cosa sono questi giorni bui che vedo?

In questo mondo così malmesso

Non riesco a recuperare il tempo

Il tempo trascorso così pigramente

Quanto potrà durare ancora?

Quanto può andare avanti?

Abbraccio il mio amore

Sciolgo i capelli

E attraverso il Rubicone

 

Sento le ossa sotto la pelle

E tremano di rabbia

Renderò vedova tua moglie

Non vedrai mai la vecchiaia

Fammi vedere un brav’uomo

Su cui splenda il sole

Ho impegnato il mio orologio, ho pagato i miei debiti

E ho attraversato il Rubicone

 

Ho messo su il ​​mio nascondiglio su una collina

Dove troverò un po’ di felicità

Se sopravvivo, allora lasciami amare

Lascia che l’ora sia mia

Prendi la strada maestra, prendi quella minore

Prendi qualsiasi strada su cui ti trovi

Ho versato una tazza, l’ho passata

E ho attraversato il Rubicone

 

Hai distrutto i fiori più belli

In tutta la tua femminilità

Altri possono essere tolleranti

Altri possono essere buoni

Ti farò a fette con un coltello ondulato

Oh Signore, mi mancherai quando te ne sarai andata

Ero in piedi tra cielo e terra

E ho attraversato il Rubicone

 

Non troverai felicità qui

Nessuna felicità o gioia

Torna alla fogna, tenta la sorte

Trovati un bel bravo ragazzo

Dimmi di quanti uomini ho bisogno

E su chi posso contare

Mi sono allacciato la cintura, mi sono abbottonato il cappotto

E ho attraversato il Rubicone

 

Sento lo spirito santo dentro

Vedo la luce che dà la libertà

Credo che sia alla portata

Di ogni uomo che viva

Tieniti il più lontana possibile

La notte è più buia prima dell’alba (Oh Signore)

Ho girato la chiave, si è rotta

E ho attraversato il Rubicone

 

Mona, piccola, ti ho ancora in mente?

Credo proprio che sia così

Non potrebbe essere nessun’altra se non te

Che è venuta con me così lontano

Il gelo mortale è sul terreno

E le foglie d’autunno sono sparite

Ho acceso la torcia, ho guardato ad est

E ho attraversato il Rubicone


KEY WEST (PIRATA FILOSOFO) (KEY WEST (PHILOSOPHER PIRATE))

McKinley urlò, McKinley gridò

Il dottore disse: “McKinley, la morte è a un passo

Dimmelo, se hai qualcosa da confessare”

Ho sentito tutta la storia, andava lentamente laggiù

L’ho sentita alla radio senza fili

Dal posto più remoto di tutti, giù a Key West

Sto cercando l’amore, l’ispirazione

Su quella stazione radio pirata

Che trasmette dal Lussemburgo e da Budapest

Segnale radio chiaro come non mai

Sono così innamorato che quasi non riesco a vedere

Giù nelle terre pianeggianti, giù a Key West

 

Key West è il posto dove trovarsi

Se cerchi l’immortalità

Continua dritto, segui le indicazioni dell’autostrada

Key West è bella e graziosa

Se hai perso la testa, la ritroverai lì

Key West è sulla linea dell’orizzonte

 

Sono nato dal lato sbagliato della ferrovia

Come Ginsberg, Corso e Kerouac

Come Louie, Jimmy, Buddy e tutti gli altri

Be’, potrebbe non essere la cosa giusta da fare

Ma resterò al tuo fianco fino alla fine

Giù nelle terre pianeggianti, giù a Key West

Ho entrambi i piedi ben piantati a terra

Ho la mano destra alta con il pollice verso il basso

Così è la vita, così è la felicità

I fiori di ibisco crescono ovunque qui

Se ne indossi uno, mettilo dietro l’orecchio

Giù in fondo, giù a Key West

 

Key West è il posto dove andare

Giù verso il Golfo del Messico

Oltre il mare, oltre le sabbie mobili

Key West è la chiave della porta

Per l’innocenza e la purezza

Key West, Key West è la terra incantata

 

Non ho mai vissuto nella terra di Oz

O perso tempo con una causa immeritevole

Fa caldo quaggiù, e non puoi essere troppo vestito

Boccioli minuscoli di una pianta velenosa

Possono farti girare la testa, vorrei aiutarti ma non posso

Giù nelle terre pianeggianti, giù a Key West

Be’, le palme a spina di pesce e le piante di orchidee

Possono farti venire un’emorragia cardiaca

La gente mi dice che dovrei provare un po’ di tenerezza

Su Newton Street, a Bayview Park

Camminando tra le ombre dopo il tramonto

Giù in basso, giù a Key West

 

Ho suonato gli spiritual delle piante Gumbo-Limbo

Conosco tutti i rituali indù

La gente mi dice che sono veramente fortunato

Bouganville che fioriscono in estate, in primavera

L’inverno qui è qualcosa di sconosciuto

Giù nelle terre pianeggianti, giù a Key West

 

Key West è sotto il sole, sotto i radar, sotto pressione

Rimani a sinistra e poi ti inclini a destra

Senti la luce del sole sulla pelle e le virtù curative del vento

Key West, Key West è la terra della luce

 

Ovunque io viaggi, ovunque io vada

Non mi allontano mai troppo dalla casa del convento

Faccio ciò che penso sia giusto, la cosa migliore

History Street, vicino a Mallory Square

Truman aveva la sua Casa Bianca lì

Diretto a Est, diretto a Ovest, giù a Key West

A dodici anni mi hanno messo in giacca e cravatta

Mi hanno costretto a sposare una prostituta

C’erano frange d’oro sul suo abito da sposa

Questa è la mia storia, ma non è così che finisce

È ancora carina e siamo ancora amici

Giù in fondo, giù a Key West

 

Faccio il doppio gioco

Cercando di prendere quel segnale radio pirata

Ho sentito il notiziario, ho sentito la tua ultima richiesta

Vola in giro, mia graziosa signorina

Non amo nessuno, dammi un bacio

Giù in fondo, giù a Key West

 

Key West è il posto dove stare

Se cerchi l’immortalità

Key West è il paradiso divino

Key West è bella e graziosa

Se hai perso la testa, la ritroverai lì

Key West è sulla linea dell’orizzonte


L’ASSASSINIO PIU’ VILE (MURDER MOST FOUL)

Fu un giorno buio a Dallas, nel novembre del ’63

Una data che resterà segnata dall’infamia

Il presidente Kennedy era al massimo della popolarità

Un buon giorno per vivere e un buon giorno per morire

Mentre andava al massacro come un agnello sacrificale

“Dico, aspettate un attimo, ragazzi, lo sapete chi sono?”

“Certo che lo sappiamo, sappiamo chi sei”

Poi gli fecero saltare la testa mentre era ancora in macchina

Abbattuto come un cane in pieno giorno

Era una questione di tempismo e il tempismo fu giusto

“Hai debiti non pagati, siamo venuti a riscuotere

Ti uccideremo con odio, senza alcun rispetto

Ti derideremo e ti faremo sobbalzare e ti rideremo in faccia

Abbiamo già qualcuno che prenderà il tuo posto”

Il giorno in cui hanno fatto saltare la testa al re

In migliaia stavano guardando, nessuno vide niente

Successe così in fretta, così in fretta, di sorpresa

Proprio lì, davanti agli occhi di tutti

 

Il più grande trucco di magia mai visto

Perfettamente eseguito, realizzato senza errori

Wolfman, oh Wolfman, oh Wolfman, ulula

Ambarabaciccicocò, è l’assassinio più vile

 

Fate silenzio, bambini, presto capirete

Stanno arrivando i Beatles, vi terranno la mano

Scivolate giù sul corrimano, andate a prendere il cappotto

Attraversate il Mersey in battello e dateci dentro

Ci sono tre barboni che arrivano tutti vestiti di stracci

Raccogliete i pezzi e ammainate le bandiere

Me ne vado a Woodstock, è l’Era dell’Acquario

Poi andrò ad Altamont e mi siederò vicino al palco

Metti la testa fuori dal finestrino, lascia che scorrano i bei tempi

C’è una festa in corso dietro alla Collinetta erbosa

Impila i mattoni, versa il cemento

Non si dica che Dallas non ti ama, signor Presidente

Allunga il piede verso il serbatoio e premi sull’acceleratore

Prova a raggiungere il triplo sottopasso

Cantante con la faccia dipinta di nero, pagliaccio con la faccia dipinta di bianco

Meglio che non vi facciate vedere in giro dopo il tramonto

 

Sono nel quartiere a luci rosse, come un poliziotto di ronda

A vivere un incubo su Elm Street

Quando sei a Deep Ellum, mettiti i soldi nelle scarpe

Non chiedere cosa può fare il tuo paese per te

Contanti sull’unghia, soldi a palate da spendere

Dealey Plaza, girare a sinistra

Sto andando all’incrocio, cercherò qualcuno che mi dia un passaggio

E’ quello il luogo in cui morirono fede, speranza e carità

Sparagli mentre corre, ragazzo, sparagli finché puoi

Vedi se riesci a sparare all’Uomo Invisibile

Addio, Charlie, addio, zio Sam

Francamente me ne infischio, signorina Rossella

Qual è la verità, e dov’è andata?

Chiedetelo a Oswald e Ruby, dovrebbero saperlo

“Chiudi il becco”, disse il vecchio gufo saggio

Gli affari sono affari, ed è l’assassinio più vile

 

Tommy, mi senti? Sono la Regina dell’Acido

Sto viaggiando in una lunga limousine nera della Lincoln

Seduto sul sedile posteriore accanto a mia moglie

Dritto dritto verso l’aldilà

Mi accascio verso sinistra, ho la testa nel suo grembo

Oh Signore, devo essere finito in una trappola

Non imploriamo né concediamo pietà

Siamo a due passi dalla strada in cui vivi tu

Hanno mutilato il suo corpo e gli hanno tolto il cervello

Che potevano fare di più? Hanno infierito sul dolore

Ma la sua anima non è lì dove doveva essere

L’hanno cercata per gli ultimi cinquant’anni

Libertà, oh libertà, libertà, scendi su di me

Detesto doverglielo dire, signore, ma solo i morti sono liberi

Mandami un po’ d’affetto, non dirmi bugie

Getta la pistola nella grondaia e continua a camminare

Sveglia, piccola Susie, andiamo a farci un giro

Attraversiamo il fiume Trinity, manteniamo viva la speranza

Accendi la radio, non toccare le manopole

Ospedale di Parkland a sole sei miglia da qui

Mi hai fatto venire le vertigini, signorina Lizzy, mi hai riempito di piombo

Quel tuo proiettile magico mi è finito in testa

Sono solo un capro espiatorio, come Patsy Cline

Non ho mai sparato a nessuno, da davanti o dietro

Ho sangue sugli occhi, ho sangue nell’orecchio

Non riuscirò mai a raggiungere la Nuova Frontiera

 

Il film di Zapruder l’ho già visto

L’avrò visto 33 volte, forse di più

È vile e ingannevole, è crudele e malvagio

La cosa più brutta che si sia mai vista

Lo hanno ucciso una volta e l’hanno ucciso due volte

L’hanno ucciso come un sacrificio umano

Il giorno in cui lo uccisero, qualcuno mi disse: “Figliolo,

L’era dell’Anticristo è appena iniziata”

L’Air Force One che entra attraverso il cancello

Johnson che presta giuramento alle 2:38

Fammi sapere quando decidi di gettare la spugna

È quello che è, ed è l’assassinio più vile

 

Che c’è di nuovo, micia? Che cosa ho detto?

Ho detto che l’anima di una nazione è stata strappata via

E sta iniziando una lenta decadenza

E che sono trascorse 36 ore dal Giorno del Giudizio

Wolfman Jack parla come posseduto

Continua a sgolarsi senza sosta

Suonami una canzone, signor Wolfman Jack

Suonala per me nella mia lunga Cadillac

Suonami quella che dice che “Solo i buoni muoiono giovani”

Portami nel posto in cui è stato impiccato Tom Dooley

Suona “St. James Infirmary” nella corte di Re Giacomo

Se vuoi ricordartele, è meglio se ti scrivi i titoli

Suona anche Etta James, suona “I’d Rather Go Blind”

Suonala per l’uomo con la mente telepatica

Suona John Lee Hooker, suona “Scratch My Back”

Suonala per quel proprietario di strip club di nome Jack

Guitar Slim, “Goin’ Down Slow”

Suonala per me e per Marilyn Monroe

E per favore, fa’ io che non venga frainteso

Suonala per la First Lady, non sta affatto bene

Suona Don Henley, suona Glenn Frey

Portala al limite e poi sorpassalo

Suonala anche per Carl Wilson

Che guarda lontano, tanto lontano su Gower Avenue

Suona “Tragedy”, suona “Twilight Time”

Riportami a Tulsa sulla scena del crimine

Suonane un’altra e “Another One Bites the Dust”

Suona “The Old Rugged Cross” e “In God We Trust”

Cavalca il cavallo rosa lungo quella strada lunga e solitaria

Resta lì e aspetta che gli esploda la testa

Suona “Mystery Train” per Mister Mistero

L’uomo che cadde morto come un albero senza radici

Suona per il reverendo, suona per il pastore

Suona per il cane che non ha padrone

 

Suona Oscar Peterson, suona Stan Getz

Suona “Blue Sky”, suona Dickey Betts

Suona Art Pepper, Thelonious Monk

Charlie Parker e tutta quella robaccia

Tutta quella robaccia e “All That Jazz”

Suona qualcosa per l’Uomo di Alcatraz

Suona Buster Keaton, suona Harold Lloyd

Suona Bugsy Siegel, suona Pretty Boy Floyd

Suona i successi, suona i pezzi meno noti

Suona “Cry Me A River” per il Signore degli dei

Suona la Numero 9, suona la Numero 6

Suona per Lindsey e Stevie Nicks

Suona Nat King Cole, suona “Nature Boy”

Suona “Down In The Boondocks” per Terry Malloy

Suona “Accadde una notte” e “One Night of Sin”

Ci sono 12 milioni di anime che stanno ascoltando

Suona “Il mercante di Venezia”, suona “Mercanti di morte”

Suona “Stella by Starlight” per Lady Macbeth

Non si preoccupi, signor Presidente, i soccorsi sono in arrivo

I suoi fratelli accorrono, quelli la pagheranno cara

Fratelli? Quali fratelli? E cosa pagheranno?

Ditegli che li stiamo aspettando, vengano pure, faremo fuori anche loro

Love Field è dove atterrò il suo aereo

Ma non si è più rialzato in volo

Era uno difficile da eguagliare, secondo a nessuno

Lo hanno ucciso sull’altare del Sol Levante

Suona “Misty for Me” e “That Old Devil Moon”

Suona “Anything Goes” e “Memphis in June”

Suona “Lonely At the Top” e “Lonely Are the Brave”

Suonala per Houdini che si dimena nella tomba

Suona Jelly Roll Morton, suona “Lucille”

Suona “Deep In a Dream” e suona “Driving Wheel”

Suona “La sonata al chiaro di luna” in Fa diesis

E “Key to the Highway” del re dell’armonica

Suona “Marching Through Georgia” e “Dumbarton’s Drums”

Suona il buio e la morte arriverà quando arriverà

Suona “Love Me Or Leave Me” del grande Bud Powell

Suona “The Blood Stained Banner”, suona “Murder Most Foul”

(Tutte le traduzioni sono di Guglielmo Latini)


LEGGI ANCHE: Murder Most Foul: l’analisi della nuova, epica canzone di Bob Dylan su JFK


 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Create a website or blog at WordPress.com

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: