Alta fedeltà: ieri, oggi e domani

Alta fedeltà (1995) è un libro di cui al giorno d’oggi non si sente parlare troppo spesso. Forse, in generale, anche del suo autore – l’inglese Nick Hornby –, al  giorno d’oggi non si sente parlare troppo spesso. Le ragioni potrebbero essere molteplici: innanzitutto Hornby non pubblica un libro da circa cinque anni, dopo una... Continue Reading →

Ciao BoJack Horseman, e grazie di tutto

  Vi ricordate i tempi in cui i cartoni animati erano roba per bambini? Probabilmente no, visto che è ormai da qualche generazione a questa parte che questa forma d’arte (e si potrebbe dire lo stesso del fumetto) ha trovato applicazioni che l’hanno fatta sconfinare dalla fascia d’età dei 3-11 anni. I più cinefili potranno... Continue Reading →

Frank Sinatra e l’America: un racconto

A volte un racconto ha la rara capacità di colpire non per i fatti straordinari che vengono narrati, e nemmeno perché al suo interno si faccia un uso particolarmente poetico della lingua. A volte un racconto ha la forza di usare fino in fondo l'arma della letteratura per rendere straordinario quello che nella realtà non... Continue Reading →

The Irishman: quei bravi, vecchi ragazzi

Chi era Jimmy Hoffa? Per molti italiani, e anche per molti giovani d’oltreoceano, questo nome è pressoché sconosciuto, ma c’è stato un tempo lontano – gli anni Sessanta – in cui Hoffa era addirittura “più famoso dei Beatles”. Difficile immaginarlo, perché Hoffa non era né una rockstar né un divo del cinema, bensì un sindacalista.... Continue Reading →

Martin Eden siamo noi

Se c’è una caratteristica ricorrente del cinema italiano degli ultimi trent’anni, questa è, tristemente, la sua inguaribile medietà. Commedie (tantissime) medie, mai troppo ricercate e mai troppo volgari, con locandine tutte uguali e gli stessi attori che si danno il cambio; drammi medi con famiglie sfasciate, vecchie canzoni italiane recuperate ed estetica da fiction RAI;... Continue Reading →

The Office, o dell’inutilità del lavoro

Se ci fosse un palmarès delle serie tv che negli Stati Uniti hanno spopolato ma da noi  sono quasi sconosciute – tranne che per i coraggiosi nerd esploratori della materia -, The Office si aggiudicherebbe sicuramente uno dei premi maggiori. Un destino, questo, che la accomuna a titoli come Seinfeld (1989-1998), Curb Your Enthusiasm (2000-2011)... Continue Reading →

WordPress.com.

Su ↑